Non farsi più trascinare alla longhina!

Pubblica un commento

Non farsi più trascinare alla longhina!

Il lavoro alla longhina è importante al pari del lavoro in sella. Consente, in più, al cavaliere di osservare il cavallo mentre si muove, il che risulta più difficile quando si è in sella. Nonostante ciò, molti cavalli associano l’allenamento alla longhina a una ricreazione e provano un gusto sadico nel condurre il cavaliere alla corda... Per non avere più questo problema, ti proponiamo un metodo che potrà aiutarti a disciplinare il cavallo. Puoi far lavorare il cavallo alla longhina, e non soltanto lasciarlo sfogare. La cavalcatura ha voglia di esprimersi? Certo, possiamo capirlo. Comunque sia, non è una buona ragione per trascinarti e tirare la longhina: può farlo sul circolo..

[Non dimenticare di attivare i sottotitoli nei parametri]


 

Per far lavorare il cavallo alla longhina, non esitare a equipaggiarti di capezza etologica o di una testiera se il cavallo è focoso. Se utilizzi una testiera, puoi attaccare la longhina alla Colbert oppure utilizzare una longhina mista per evitare problemi in caso il cavallo cambi mano senza che tu glielo abbia chiesto. Cosa che, poi, non dovrebbe più accadere!

In un primo momento, per evitare che il cavallo parta in ogni senso, l’importante è che si senta sicuro in tua presenza. Deve seguirti tenendo la testa rivolta verso di te, a un tuo minimo spostamento. A questo scopo, la lezione “seguimi” è essenziale. Ciò permette alla cavalcatura di scegliere di restare con te perché si sente bene, anziché scappare via. Per far venire voglia al cavallo di restarti accanto, è molto importante ricompensarlo nel modo giusto. Se ti segue ovunque, potrai via via allentare la longhina.

A questo punto sei pronto a mettere il cavallo sul cerchio.

All’inizio, lavora al passo su un cerchio piccolo tenendo il cavallo vicino. Si tratta di conservare un contatto e una distanza che gli permette di rivolgere la testa verso di te allontanando le anche.

A questo punto, stabilisci dei codici. Si aprono le braccia per mandare il cavallo sul circolo e le si abbassa per farlo avvicinare. Questo lavoro deve essere fatto con due mani. Può volerci un po’ di tempo affinché il cavallo assimili bene i gesti.

Una volta nel circolo, se il cavallo tira sulla longhina, riportalo al centro del cerchio vicino a te. Ricompensalo e rimandalo su un circolo piccolo che via via allargherai. Appena il cavallo inizia a tirare, lo riporterai al centro, con calma.

Il cavallo deve sempre essere in attesa di un ordine da parte tua. In questo modo, sarà più concentrato su di te che non su quello che accade intorno a lui. Infine, il cavallo deve riuscire a compiere un grande circolo senza tirare.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vota
Lasciare un'opinione
INIZIO PAGINA