Allungamento dell’incollatura

(4) 3
Pubblica un commento

L’allungamento dell’incollatura è un esercizio di decontrazione del cavallo molto utilizzato, soprattutto a inizio e a fine lavoro. L’obiettivo di questo esercizio è di preparare il dorso del cavallo – liberandolo dalle tensioni che possono disturbare i movimenti – a portare il peso del cavaliere e a offrire un’andatura comoda. Avrai probabilmente già sentito parlare di “allungare la linea superiore”: si tratta esattamente di questo!

Seguono alcuni consigli per eseguire e imparare al meglio questo esercizio così efficace.

Questo lavoro si svolge in due fasi.

Seguendo la logica dell’esercizio, è pertanto utile iniziare con la longhina, che farà davvero sentire il cavallo a proprio agio, per poi continuare in sella.

Allungamento dell’incollatura alla longh

Se hai previsto di montare a cavallo, preparalo completamente così che sia pronto a esser montato, e attacca la longhina in Colbert (ossia, facendola passare al di sopra della nuca). Non dimenticare di cambiare il lato dell’attacco se cambi di mano. Adesso puoi iniziare il lavoro in tondo, il cavallo deve essere calmo e disponibile. Se non lo è, esegui dei piccoli esercizi come quelli raccomandati nella lezione “seguimi”. Per poter allungare la linea superiore, il cavallo dovrà essere rilassato.

Inizia dall’esercizio al passo. Il cavallo sta lavorando in tondo e tu, progressivamente, ridurrai il diametro accorciando la corda senza interrompere il movimento in avanti. All’appoggio sulla corda, il cavallo dovrebbe cedere: se lo farà, allenta la mano dando libertà al cavallo e allargando nuovamente il cerchio. Successivamente, riduci ancora il diametro del cerchio chiedendo l’allungamento dell’incollatura: quando il cavallo cede, tu cedi. A partire dal momento in cui il cavallo abbassa la testa, dai energia rilasciano la longhina e facendo così allargare il cerchio. Presta attenzione al ritmo: deve mantenerlo.

Ovviamente, se il cavallo non è abituato, non terrà la testa abbassata a lungo: raggiungerà questo obiettivo col tempo. Il cavallo scoprirà la posizione dell’allungamento dell’incollatura grazie al contatto e alla variazione del diametro del cerchio che imporrai. Se il cavallo solleva la testa, non è grave: lo fa per riprendere l’equilibrio. Lascialo fare e chiedigli ancora l'allungamento dell’incollatura. Una volta che il cavallo avrà compreso, potrai metterti in sella.


Allungamento dell’incollatura in sella:

una volta in sella, l’esercizio è più o meno simile. Mantieni la redine esterna alla lunghezza giusta affinché il cavallo non sia troppo piegato all’interno ma nemmeno bloccato al fine di poter accompagnare il movimento verso il basso. La gamba interna è in contatto all’altezza del sottopancia. Prendi un po’ di contatto con la redine interna – senza tirare – e attendi che il cavallo ceda giocando con le dita. A partire dal momento in cui percepisci il movimento verso il basso, rilascia senza perdere il contatto accompagnando il movimento con le mani. Ovviamente, non dimenticare di ricompensarlo. Esegui l’esercizio con le due mani per poi passare al trotto.

È preferibile realizzare questo esercizio al trotto sostenuto: attenzione, tuttavia, a non andare troppo veloce. Se il cavallo precipita la corsa non appena abbassa la testa, cerca di rallentare raddrizzandoti; altrimenti, ritorna tranquillamente al passo per poi ripartire al trotto. Durante l’allungamento dell’incollatura, il naso del cavallo deve quasi toccare terra. A ogni modo, non dovrà strapparti le redini. Se ciò dovesse avvenire, rinforza l’azione della gamba, senza tirare sulle redini – ma senza cedere. Una volta che avrà capito, eseguirà l’esercizio volentieri perché lo troverà piacevole. È l’ideale per il riscaldamento ma anche come ricompensa a fine allenamento poiché permetterà al cavallo di distendersi.

Il recupero non potrà che giovare.

Una volta che il cavallo riuscirà ad allungare l’incollatura conservando la posizione anche mentre percorre degli otto, o delle linee dritte: sarà giunto il tempo di lavorare al galoppo. All’inizio, il lavoro in tondo dovrà essere effettuato su un diametro ampio che restringerai progressivamente! Soprattutto: non dimenticare di ricompensarlo!

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vota
Lasciare un'opinione
Commenti

Perfetto più che corretto


Perfetto più che corretto


Perfetto più che corretto


INIZIO PAGINA